Laurea!

Eccomi di nuovo!

E… mi sono laureato in Medicina.

È stato un passo importante, conclusione di un percorso durato 6 anni. Eppure, volendo essere sincero fino in fondo, non mi sento particolarmente euforico o elettrizzato.
Non nego di provare una certa soddisfazione per aver terminato con successo un percorso tutt’altro che facile; tuttavia, per me, questo rappresenta più un punto di partenza per i miei impegni futuri, che un punto di arrivo da celebrare. Difatti, sebbene la laurea sia un prerequisito per il futuro svolgimento della professione (che si affianca alla mia attività di scrittore 😝), non mi sono sentito entusiasmato dalla cerimonia in sé, ne dagli scialbi interventi di alcuni componenti della commissione di valutazione. Piuttosto, ciò che mi ha veramente inorgoglito sono stati i complimenti fattimi da alcuni miei compagni di corso che, spontaneamente, sono venuti a congratularsi per il lavoro di tesi e per la presentazione; e sono estremamente contento anche del generoso supporto da parte della mia relatrice, il cui aiuto e sostegno sono andati ben oltre dei semplici consigli sulla tesi e sulla presentazione. Sono queste le soddisfazioni che desidero ricevere, come quando mi fate sapere le vostre opinioni sui miei scritti: tutte cose molto più importanti di meri titoli e discorsi vuoti di professori annoiati. Perché è grazie alle vostre risposte, che io so di avere fatto un buon lavoro.

Inoltre, non credo di averne mai fatto specifica menzione, ma il mio intento futuro non è quello di perseguire la strada della clinica o della chirurgia, bensì quella della ricerca, nello specifico nelle neuroscienze. Dove mi condurrà questa strada, ancora non lo so. Ma sono sicuro che continuerò a dare il meglio di me; e sono convinto che ci saranno tante altre cose da sperimentare e da raccontare.

Incluso il nuovo romanzo 😉

Grazie a tutti. ❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.